ATTUALITA'

WWW.RASSEGNA.IT

 

La trattativa

«Il responsabile è Berlusconi»

È scontro tra il governo e la Cgil appena giunta la notizia ufficiale del ritiro dell’offerta da parte della Cai per il salvataggio dell'Alitalia. «Piuttosto che cercare capri espiatori, il governo e il presidente del Consiglio si assumano le proprie responsabilità per come hanno gestito tutta la vicenda e la trattativa con le parti sociali. La Cgil lo ha fatto per intero, per evitare il fallimento della compagnia». Così il segretario generale della Cgil, Guglielmo Epifani risponde al premier Berlusconi, il quale che ha evidenziato “pesanti responsabilità” di Cgil e Piloti nel far naufragare la trattativa.

Bonanni, roulette russa, ma spero ancora
«Sono costernato. Si è voluto giocare da parte di taluni alla roulette russa e, come è prevedibile, qualche volta succede che parte il colpo. Per la responsabilità di pochi pagheranno in molti». Così il segretario generale della Cisl, Raffaele Bonanni, commenta il ritiro dell'offerta su Alitalia da parte della Cai, esprimendo comunque la speranza che ci sia «ancora uno spiraglio e si possa in qualche modo recuperare». Parlando del governo, «qualche cosa dovrà dirci, spero che entro la serata ci garantiscano ancora uno spiraglio per avere un minimo di speranza». 

Angeletti, ritiro sarebbe catastrofe sociale
«Non c'è ancora una decisione ufficiale, ma se la Cai ritirasse l'offerta sarebbe una catastrofe sociale. Da domani non si parlerà più della condizione, ma del posto di lavoro». Lo ha detto il segretario generale della Uil, Luigi Angeletti, commentando le voci sul ritiro dell'offerta della Cai poi confermate.

Bersani (Pd), unico colpevole è Berlusconi
«Se siamo arrivati fin qui Berlusconi non cerchi colpevoli. Il colpevole è lui. Purtroppo questo è l'esito di una operazione spregiudicata e irresponsabile che il Governo ha imposto e ha mal guidato». A dirlo è Pierluigi Bersani, ministro dell'Economia del governo ombra, commentando le dichiarazioni del premier sulla decisione della Cai di ritirare l'offerta per Alitalia.

Donadi (Idv), governo primo responsabile fallimento
«Il fallimento della trattativa è un fatto gravissimo che ha diversi responsabili. Ma il primo e il principale è il governo che ha messo in piedi un progetto inconsistente, i cui costi elevatissimi venivano scaricati sui contribuenti e sui lavoratori, mentre l'azienda veniva regalata ad imprenditori amici che di aerei non ne sanno nulla». Lo afferma Massimo Donadi, capogruppo Idv alla Camera: «Ma anche i sindacati - aggiunge - farebbero bene a riflettere sugli errori del passato, a partire dal no ad Air France»

I ministri contro Cgil e piloti
Il ministro del Welfare Maurizio Sacconi attacca la Cgil: «Il ritiro dell'offerta da parte della società Cai è la logica conseguenza dell'assurda posizione ostruzionistica assunta dalla Cgil in alleanza con le sigle autonome di piloti e assistenti». Il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Altero Matteoli gli fa eco in una nota: «Oltre che amareggiato, sono davvero stupefatto dal comportamento dei piloti che in un sol colpo rischia di far fallire Alitalia, di non salvare 1.550 loro colleghi, di perdere complessivamente 15.000 posti di lavoro e di fare un favore alla sinistra che li ha strumentalizzati».

(www.rassegna.it, 18 settembre 2008)

LINK

Alitalia

Cgil

Cisl

Uil