CONTRATTI

WWW.RASSEGNA.IT

 

Enti locali

 

Accordo sul rinnovo

 

L'ipotesi
di accordo

 

Scarica il documento

Indice 

Enti locali

Accordo sul rinnovo

 

Aran e sindacati di categoria del pubblico impiego hanno firmato l'accordo per il rinnovo del contratto degli enti locali, che interessa circa 600 mila lavoratori. L'aumento salariale è di 101 euro medi mensili. L'accordo trovato oggi rinnova il contratto scaduto ormai da 26 mesi: il rinnovo riguarda infatti il biennio 2006-2007. I sindacati hanno però già fatto formale richiesta all'Aran di aprire anche il rinnovo del biennio 2008-2009 che, ricorda il segretario generale della Fp Cgil, Carlo Podda, "è già scaduto da due mesi". Per la parte normativa il nuovo contratto conferma le regole già previste, con l'aggiunta delle modifiche che riguardano la parte disciplinare. Anche in questo contratto, infatti, così come già quello firmato dalle agenzie fiscali, è prevista una forte stretta per i casi di illecito da parte dei dipendenti. In particolare, spiega Podda, è previsto il licenziamento del dipendente colto in flagranza di reato, e per questo arrestato con provvedimento convalidato dal Gip, nei casi di concussione, peculato e corruzione.

In sintesi cosa si prevede:
1. Per la parte economica 91 euro medi, con decorrenza 1 febbraio 2007. Per l'anno 2006 ed il mese di gennaio 2007 verrà corrisposta l'indennità di vacanza contrattuale pari ad un valore medio di euro 95 complessivi. A queste risorse va aggiunto lo 0,6% del monte salari dell'anno 2005 nella parte stabile del fondo, art. 31 comma 2 del ccnl 22.1.2004, ed ulteriori risorse, fino ad un massimo dello 0,9% del monte salari, sulla parte variabile del fondo per gli Enti che rispettano i cosiddetti parametri virtuosi (entrate correnti - spese del personale).

2. Sulla parte normativa, sconfiggendo coloro i quali pretendevano di cancellare le progressioni economiche orizzontali, è stato introdotto il principio secondo il quale per transitare da una posizione economica a quella successiva bisogna possedere un'anzianità di 24 mesi. Sono naturalmente fatte salve le progressione in corso di effettuazione e le permanenze maturate al momento della stipula del ccnl.


Soddisfatto il ministro della funzione pubblica, Luigi Nicolais, che auspica ora una chiusura a breve degli altri contratti ancora da rinnovare nel pubblico impiego. E, ai dipendenti degli enti locali, Nicolais, riconosce l'appartenenza ad "un comparto di importanza strategica e che comprende professionalita' di assoluto rilievo nel complessivo sistema regionale e locale". Positivo anche il giudizio di Leonardo Domenici, presidente dell'Associazione dei Comuni italiani: "il mondo dei Comuni ha fatto sforzi significativi, riconoscendo un adeguato incremento economico. Tutto questo anche con l'obiettivo di rendere piu' moderna ed efficiente l'amministrazione locale e chi in essa opera quotidianamente".

(www.rassegna.it, 28 febbraio 2008)

LINK

Fp Cgil

Cisl Fps

Uil Pa

Aran