CONTRATTI

WWW.RASSEGNA.IT

 

Pubblico impiego verso la mobilitazione

 

«Più soldi per i nuovi contratti»

Indice 

Pubblico impiego

Sindacati verso la mobilitazione
«Più soldi per i nuovi contratti»  

 

Partirà il 22 settembre la mobilitazione dei sindacati del pubblico impiego per sostenere il rinnovo del contratto nazionale. Fp Cgil, Cisl Fps e Uil Pa hanno fissato ieri (4 settembre) il calendario delle iniziative che, nel giro di tre settimane, porterà le tre sigle a organizzare una grande assemblea nazionale a Roma, con 5.000 quadri e delegati Rsu, che si terrà il 17 ottobre. In quell'occasione, fanno sapere i leader delle tre sigle di categoria Carlo Podda (Fp Cgil), Rino Tarelli (Fps Cisl) e Salvatore Bosco (Uil Pa), «sulla base dei risultati ottenuti dalle iniziative svolte, si valuterà lo stato della vertenza e le conseguenti iniziative di lotta da assumere». 

Il punto di scontro riguarda la manovra economica del governo che, spiegano i sindacati, «non stanzia risorse sufficienti a rinnovare il contratto per il biennio 2008/2009», stabilendo il prelievo direttamente dalla busta paga dei lavoratori, dal gennaio del 2009, di una cifra che va dagli 80 ai 250 euro mensili. Fatto considerato dalle tre sigle di «gravità inusitata».

Fp Cgil, Fp Cisl e Uil Pa ribadiscono «la necessità che gli incrementi contrattuali vengano definiti a seguito e in coerenza con l'accordo sul nuovo sistema contrattuale, che dovrà riguardare inderogabilmente sia il settore pubblico sia quello privato. L'assenza del governo dall'accordo finale pregiudicherebbe gravemente il processo in corso dal 1993 di unificazione del lavoro pubblico con quello privato, e impedirebbe nei fatti qualsiasi intervento di diminuzione del prelievo fiscale dalle buste paga, come invece richiesto dalla piattaforma Cgil-Cisl-Uil».

Questo il calendario delle iniziative:
22 settembre: assemblea generale di tutti i lavoratori del comparto stato e delle agenzie fiscali presso tutte le prefetture, con incontri con il prefetto.
6 ottobre: assemblea generale di tutti i lavoratori degli enti pubblici presso le sedi provinciali del ministero del Lavoro, con richiesta di incontro al responsabile della sede.
10 ottobre: assemblea generale di tutti i lavoratori degli enti pubblici, dei ministeri e delle agenzie fiscali presso le rispettive sedi centrali.
17 ottobre: assemblea nazionale a Roma di 5.000 quadri e delegati Rsu. 

(www.rassegna.it, 5 settembre 2008)

LINK

Fp Cgil

Cisl Fps

Uil Pa