EDIT. COOP.

WWW.RASSEGNA.IT

Edit. coop.

Il bilancio sociale: percorso
e contenuti

Il documento
Copertina
Introduzione
L'identità
La relazione
Il valore aggiunto

Indietro

Edit. coop.

Il bilancio sociale: percorso e contenuti

Nel 2003 Edit. Coop. ha compiuto i dieci anni di attività.
Per quest’occasione la cooperativa ha voluto “fare un bilancio” dei principali risultati raggiunti e ha individuato nel bilancio sociale lo strumento più adeguato a tal fine. Il bilancio sociale, infatti, rende conto, in una forma comprensibile a tutti gli interlocutori interni ed esterni, della missione delle strategie della cooperativa, delle attività svolte, dei risultati ottenuti e degli effetti prodotti, tenendo conto del punto di vista dei diversi portatori di interessi ( stakeholder) e considerando congiuntamente le dimensioni sociale ed economica.

Edit. Coop. ha pertanto deciso di avviare nel febbraio 2003 la redazione del suo primo bilancio sociale, esteso all’intero decennio 1993-20031, per:

• incentivare la formalizzazione e la condivisione della mission e degli obiettivi strategici e la capacità di valutarne il grado di raggiungimento;

• favorire la raccolta sistematica di dati significativi e di varia natura, che rappresentino in modo chiaro e sintetico l’attività e i risultati conseguiti dalla cooperativa;

• supportare la verifica di coerenza tra valori e obiettivi dichiarati, scelte strategiche e decisioni operative, risultati ed effetti prodotti;

• rafforzare la motivazione e il senso di appartenenza dei soci e del personale, migliorando la comunicazione interna e il coordinamento organizzativo;

• consolidare il rapporto di fiducia con gli stakeholder attivando una comunicazione trasparente che poggi su una base informativa completa, “ordinata” e condivisa.

Per impostare e gestire il processo di elaborazione del documento, la cooperativa ha deciso di avvalersi della consulenza di SENECA, società specializzata in rendicontazione sociale per enti pubblici e organizzazioni non profit. L’intero processo, accompagnato da momenti di formazione, ha comportato: 1) la costituzione di un gruppo di plenaria, che ha coordinato il progetto, composto dai soci e coordinato dal presidente Tarcisio Tarquini; 2) l’individuazione degli stakeholder rispetto ai quali rendicontare; 3) l’analisi delle attività svolte dalla cooperativa, e la costituzione dei gruppi di lavoro specifici per ciascuno dei portatori di interessi identificati; i gruppi hanno visto il coinvolgimento dei soci, dei dipendenti e dei collaboratori interni ed esterni.

(20 aprile 2004)

LINK

Editcoop